Poesia

Vi proponiamo una poesia di Daniele Ravaioli, con la passione per la scrittura, da poco entrato nelle Redazione Multimediale.

 

frittata volante

il cuoco,

il fuoco,

il camino.

la padella di alluminio

attaccata al muro.

ad un tratto

presi un uovo

e mettendola sul fuoco

mi preparai una frittata.

misi il burro,che frigolando

riempiva di profumo la stanza

nel frattempo,

sbattevo le uova col parmigiano

sale,e un goccio di latte.

che bello quando

lasciai cadere le uova

nella padella.

sciiiiiiii .

il rumore delle uova

era intenso ,

come un caldo abbraccio.

pensai : adesso la giro.

tolsi la padella dal fuoco,

e tenendola con il manico…

diedi un gran colpo.

e..la mia frittata dove’ ?

solo i miei furbacchioni

avevano capito dove era finita.

in soffitto.

non mi rimase altro che

prendere la scala

e buttarla a terra

tanto che come cadde

si tuffarono subito addosso

per accappararsi

il pane quotidiano.

pazienza,ne faro’ un’altra.

 

Daniele Ravaioli

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...