INVITO ALLA COPROGETTAZIONE SOCIAL POINT 2015-2016

Gentili Associazioni,

sperando di fare cosa gradita e utile diffondiamo questa  lettera di invito a candidare  progetti per lo sportello “Social Point”.

Come potrete vedere dalla lettera, in cui troverete maggiori informazioni, (che trovate qui: invito alla cooprogettazione social point 2015 2016), il fondo a disposizione per la coprogettazione 2015 – 2016 ammonta a 15.000,00  €.

Il percorso di coprogettazione prevede la presentazione di progetti che siano occasione di incontro per cittadini con disagio psichico e non, promuovendo l’efficacia valoriale dell’unire persone con e senza disagio al fine di migliorare così la qualità della vita delle singole persone e perciò della intera comunità.

Entro il 04/03/2015 le associazioni interessate devono confermare la partecipazione ai due incontri di coprogettazione segnalandolo alla mail socialpointmo@cssmo.it

 

INCONTRI DI CO-PROGETTAZIONE

MERCOLEDI’ 11 MARZO 2015 ore 17-19

MERCOLEDI’ 25 MARZO ore 17-19

c/o sala riunioni del Centro Servizi per il Volontariato

Viale Cittadella, 30 – Modena

 

 

Annunci

Pronti, Partenza…al via tantissimi nuovi corsi per il 2015.

Ciao a tutti,

dopo le abbuffate delle festività eccoci pronti per ripartire con tantissime nuove attività. A partire dall’inizio di febbraio vi aspettiamo a Modena e provincia, con attività per tutti i gusti.

dal 2 febbraio, a Carpi CORSO DI CUCINA dalle 18.00 alle 20.00 il lunedì

sempre dal 2 febbraio, Corso di CUCINA anche a Vignola dalle 18.30 alle 20.30

dal 4 febbraio, BIODANZA dalle 18.30 alle 19.30 a Modena

e CORSO DI CUCINA a Mirandola, dalle 18.00 alle 20.00

dal 3 marzo MASCHERANDO, dalle 17.30 alle 19.30 a Modena

dal 15 aprile dalle 16.00 alle 18.00 PERCORSI DI CITTADINANZA TERRESTRE a Castelfranco

Vi lasciamo di seguito tutte le locandine informative, VI ASPETTIAMO!!!!!!

 

PER INFO socialpointmo@gmail.com

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

Audizione Concorso “Music Against Disorders”

Il 9 dicembre al Vibra si è tenuta l’audizione del concorso”Music Against Disorders“.

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Il progetto nasce per trovare persone che abbiamo voglia di far parte di una band, per trasformare incontri, storie ed emozioni vissute in idee, perchè la musica è fatta per dar voce a ciò che spesso non riusciamo a dire!

In collaborazione con Arci Modena, Vibra,Idee in circolo, Centro Musica.

A breve il “grande verdetto” e conosceremo i membri del gruppo. Intanto godetevi alcune foto.

Music Against Disorders

Il concorso “Music Against Disorders” promosso da Social Point in collaborazione con Ideeincircolo, Vibra ed Arci Modena, nasce per trovare persone che abbiano voglia di far parte di una Band.

La musica è fatta per dar voce a ciò che spesso non riusciamo a fare e a dire…..e allora lascia che la tua fantasia, il tuo talento nascosto superino la timidezza; facci vedere cosa sai mettere in musica e quanta voglia hai di lavorare in gruppo con un solo obiettivo:

  FORMARE UNA BAND!!!!

Il concorso è aperto a tutti, in particolare ai cittadini che usufruiscono dei Servizi di Salute Mentale … se ti interessa scrivici una mail a socialpointmo@gmail.com

 

Concorso MAD (1)

Cura e partecipazione: gli obiettivi di oggi

in particolare , durante Mat vi vogliamo segnare un dibattito sulla partecipazione che parlerà di noi ….
con Elena Stanchina, ricercatrice dell’Erickson e il suo lavoro da titolo ” La partecipazione di utenti e familiari nella salute mentale”10628420_819918008053449_6490413415599223497_n
10492185_819918201386763_5275438949510391995_n 10509634_819918118053438_3843557807153135457_n
16:00 – 18:30
Dibattito
Cura e partecipazione: gli obiettivi di oggi.
Modera: Maria Pia Biondi
Intervengono: Vanna Greco, Peppe Dell’Acqua, Elena Stanchina, Luca Negrogno,
Anita Eusebi, Associazioni: In contro mano, Idee in circolo, Insieme a noi e Social Point, Progetto di Inclusione Sociale del DSM – DP di Modena
La partecipazione come metodo nei percorsi di cura dei servizi di Salute Mentale
Sala Biasin – via Rocca, 22 – Sassuolo

Settimana della Salute Mentale 2014

Dal 18 al 24 Ottobre a Modena ci sarà la IV edizione della Salute Mentale vi proponiamo alcuni media tra cui lo Spot radiofonico , il programma completo e la locandina della Notte da Matti.

NdM24Ott

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa la locandina di Màt

Mat2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per lo spot radiofonico cliccare qui

Per il programma completo cliccare qui

MAT: dal 18 al 24 ottobre 2014

                                                                                                                                                                                                                                               

mat

programma completo su: www.matmodena.it

Eventi tecnico-scientifici, dibattiti, spettacoli

 

“Non pretendiamo che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose.”  Einstein

 

La Quarta edizione della Settimana della Salute Mentale di Modena dedica grande attenzione alle conseguenze che la crisi economica determina sulla salute mentale, e alla risposta che i sistemi sanitari possono/devono offrire.

 

Come è noto, mentre l’effetto negativo sullo stato di salute fisica è indiretto, in particolare per la ridotta possibilità di accesso a cure ed esami specialistici, quello sulla salute mentale è diretto: difficoltà finanziarie, disoccupazione e indebitamento producono ansia e depressione; quella che Eugenio Borgna definirebbe “depressione motivata”, non per questo meno sofferta e invalidante.

 

La maggiore frequenza che tali condizioni assumono in periodi di crisi economica dovrebbe condurre ad un rafforzamento dei sistemi di protezione sanitari e sociali. Purtroppo ciò cui assistiamo è il cosiddetto “paradosso della crisi”: servizi sanitari e sociali vengono ridimensionati o subiscono significativi tagli proprio a causa della crisi i cui effetti dovrebbero contrastare.

 

L’esperienza della Grecia offre concreti elementi di riflessione: a fronte dell’incremento della domanda di assistenza (+120% negli ultimi 3 anni), il finanziamento è stato ridotto di oltre il 50%. La prevalenza di depressione maggiore è passata dal 3,3% nel 2008 all’8,2% nel 2011 e i suicidi sono aumentati del 45%.

 

Eppure gli interventi in grado di mitigare gli effetti della crisi sulla salute mentale della popolazione sono ben noti: politiche di rafforzamento della capacità di risposta dei centri di salute mentale, di contenimento delle liste d’attesa, di riduzione degli ostacoli all’accesso. In questa direzione si è espressa l’OMS nel recente rapporto “Economic crisis, health systems and health”. All’attuazione di queste politiche viene attribuita la capacità di aver innescato la ripresa in USA.

 

In Canada un panel di esperti ha addirittura definito l’assistenza sanitaria “una buona medicina per l’economia del Paese”. In Italia, purtroppo, la Società di Psichiatria ha documentato un impoverimento dei servizi per la salute mentale e, più in generale, una situazione critica dell’assistenza psichiatrica pubblica. Come nota Taroni, i bisogni di cura determinati dalle conseguenze più immediate della crisi (depressione, ansia, disturbi del comportamento, suicidi) “non dispongono di interessi forti a sostegno”.

 

Evidentemente, raccomandazioni internazionali e prove di efficacia non costituiscono, nel nostro Paese, motivazioni sufficientemente forti da attivare i cambiamenti necessari, utili a modificare l’agenda delle priorità.

 

Questa Settimana della Salute Mentale vuole rafforzare in tutti noi la convinzione che l’attraversamento della crisi, il cercare di trovare una via d’uscita che “non lasci indietro nessuno”, sono la nostra comunità di destino, un impegno etico e di cittadinanza, oltre che professionale. Che va affrontato con il coinvolgimento di tutti, valorizzando le buone pratiche ma non sottraendosi al messaggio positivo che ogni crisi porta nel suo etimo: la scelta.

 

Tra un prima e un dopo, tra un passato che ha prodotto quello che siamo e un futuro al quale apprestarsi per costruire un nuovo modello di welfare, equo e sostenibile.

 

Fabrizio Starace Direttore DSM-DP AUSL Modena

 

L’Iniziativa è stata realizzata grazie al sostegno di:

Assessorato Politiche per la Salute Regione Emilia-Romagna Servizio Salute Mentale, Dipendenze Patologiche, Salute nelle Carceri,Azienda USL di Modena,Provincia di Modena,I 47 Comuni della Provincia di Modena,Fondazione Cassa di Risparmio di Modena,Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi,Fondazione di Vignola,Fondazione Universitaria Marco Biagi,Auser Castelvetro, Auser Marano, Auser Vignola, Pubblica Assistenza Castelnuovo, Pubblica Assistenza Vignola, ARCI Modena, Associazione “C.A.T.”, Associazione “Al di là del muro”, Associazione “Amici dell’Arte”, Associazione “Vivere a colori”, Associazioni “Arte e Salute” onlus, Associazione “AUT AUT”, Associazione “Idee in Circolo”, Associazione “Insieme a Noi”, Associazione “Insieme a Noi Tutti”, Associazione “G.P.Vecchi”, Associazione “Fuori di teatro”, Associazione Civibox, Associazione culturale “Traattori”, Associazione “In-contro mano”, Associazione culturale “La fabbrica dei sogni”, Associazione “Eidos”, Associazione Culturale “Escomarte”, Associazione “Alcolisti Anonimi”, Associazione “Porta Aperta”, Associazione Piazza Grande di Bologna, Associazione Piazza Grande di Reggio Emilia, Associazione Italiana

 

 

Parole Ritrovate Modena 2014

Martedì 21 Ottobre 2014 siete tutti invitati a le “Parole Ritrovate” sul tema della affettività e sessualità che si terrà alla Tenda in viale Monte Kosica angolo viale Molza a Modena nell’ambito della Settimana della Salute Mentale.

Vi aspettiamo numerosi!!!!!!

Trovate il programma completo qui sotto……
Parole Ritrovate modena 2014_1 parole ritrovate modena 2014_retro